Crea sito

Citazioni

Un amico

di

Guarda come ti sei ridotta, ancora piangi e stai male perché un amico ti ha deluso! Bhè, sappi che definirlo amico non è cosa giusta. Un amico quando piangi ti siede vicino e ti aiuta a capire, anche se a ferirti è stato lui stesso.
Tu sei seduta da giorni e da sola! Ricordatelo.

[Silvia Nelli]

E tutto va…

di

E tutto va
come deve andare
o per lo meno così dicono
e tutto va
come deve andare
o per lo meno me lo auguro…
Max Pezzali – 883
Eh, sì, me lo auguro. Davvero.

Morti in Harry Potter

di

IL SIGNIFICATO DELLE MORTI IN HARRY POTTER:

James e Lily: Per stabilire la trama così come per mostrare gli orfani di guerra.
Cedric Diggory: Per mostrare la crudeltà di Voldemort.
Sirius Black: Per mostrare la mancanza di Harry di figure di orientamento/genitoriali.
Albus Silente: Per mostrare che la morte di un grande leader non può fermare una guerra.
Edvige: Per indicare la fine dell’infanzia di Harry.
Malocchio: Per mostrare la morte di un soldato.
Dobby: Per mostrare che anche la più piccola delle creature può morire da eroe.
Fred Weasley: Per dimostrare che alcune morti non si possono superare.
Tonks e Remus Lupin: Per ristabilire gli orfani di guerra.
Colin Canon: Per dimostrare che i buoni muoiono giovani, anche quando non dovrebbero.
Severus Piton: Per dimostrare che si può sempre cambiar via. Sempre.

Fonte Traduzione Eng-Ita

Resta Viva

di

‎”Qualunque cosa succeda, resta viva.
Non morire prima di essere morta davvero.
Non perdere te stessa, non perdere la speranza, non perdere la direzione.
Resta viva, con tutta te stessa, con ogni cellula del tuo corpo,
con ogni fibra della tua pelle.
Resta viva, impara, studia, pensa, costruisci, inventa, crea, parla, scrivi, sogna, progetta.
Resta viva, resta viva dentro di te, resta viva anche fuori,
riempiti dei colori del mondo, riempiti di pace, riempiti di speranza.
Resta viva di gioia.
C’è solo una cosa che non devi sprecare della vita, ed è la vita stessa.”

La Morte non è niente

di

La morte non è niente.
Sono solamente passato dall’altra parte:
è come fossi nascosto nella stanza accanto.
Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, 
che ti è familiare;
parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato.
Non cambiare tono di voce, 
non assumere un’aria solenne o triste.
Continua a ridere di quello che ci faceva ridere,

di quelle piccole cose che tanto ci piacevano
quando eravamo insieme.
Prega, sorridi, pensami!
Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima:
pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza.
La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto:
è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza.
Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, 
solo perché sono fuori dalla tua vista?
Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo.

Rassicurati, va tutto bene.
Ritroverai il mio cuore,
ne ritroverai la tenerezza purificata.
Asciuga le tue lacrime e non piangere, 
se mi ami:
il tuo sorriso è la mia pace.
 Henry Scott Holland